Mi chiamo G., sono sposato con A., abbiamo due figlie, I. di anni 28 che attualmente vive a Londra per motivi di lavoro e A.di anni 24.

Qualche anno fa, durante il mese di maggio ho partecipato alle messe Mariane che si celebravano (e si celebrano ancora oggi) in una chiesetta dedicata a “San Giovanni Battista” appartenente alla Parrocchia del “SS Rosario” di Afragola (NA).

In quella occasione ho avuto modo di conoscere dei sacerdoti tra cui Padre Guglielmo Trillard e attraverso di loro il “Punto Cuore” una “Opera Caritativa di Compassione e Consolazione” in ambito internazionale fondata da Padre Thierry de Roucy che coinvolge sacerdoti, laici consacrati e giovani volontari di tutto il mondo.

Successivamente insieme a mia moglie, abbiamo iniziato a frequentare la “Chiesa del SS Rosario” una Parrocchia tra le più antiche che opera nel centro storico di Afragola (NA).

Questa Parrocchia è stata data in affidamento a Padre Guglielmo che oggi ha come collaboratore Padre Jean-Marie Portè entrambi sacerdoti appartenenti al “Punto Cuore”.

Quello che più ci ha colpiti di questa associazione è che insieme a questi due semplici ed umili sacerdoti di ottima preparazione teologica e umanitaria operano anche membri permanenti, laici consacrati tra cui Mauricio e Viky, entrambi argentini, persone semplici e umili, con una vitalità eccezionale, sempre disponibili e con un volto sempre sorridente, che donano la propria vita al servizio del “Prossimo” più disagiato e bisognoso come bambini, poveri, vecchi, ammalati, coadiuvati da giovani volontari di tutti i paesi che donano uno o due anni della loro vita al servizio dei più bisognosi cominciando dai bambini.

Abbiamo avuto modo di conoscere alcuni di questi volontari ed attraverso il loro esempio le nostre due figlie, inizialmente I. e successivamente A., hanno donato il loro tempo ad una delle tante attività che svolgono e precisamente a quella di “doposcuola” per aiutare i bambini più disagiati a fare i compiti assegnatigli a scuola.

Io personalmente faccio parte del coro che, la domenica e in altre occasioni importanti, anima con canti le funzioni liturgiche ed inoltre svolgo anche le funzioni di lettore.

Insieme a mia moglie abbiamo donato il nostro contributo alla organizzazione di cene culturali e di beneficenza per la raccolta di fondi utili per aiutare il “Punto Cuore” in Brasile, in modo particolare la missione che i volontari realizzano nella “Fazenda do Natal”.

La mia famiglia per dare un aiuto concreto ha adottato a distanza una bambina bisognosa accolta nella Fazenda.